MultiplayerGiochi per PCGiochi per MacGiochi GratisOggetti Nascosti
Romancing the Seven Wonders: Taj Mahal gioco
3.1739130434783
23

Romancing the Seven Wonders: Taj Mahal

Genere: Oggetti Nascosti

Aiuta il Principe Khurram a ritrovare l'amata e guidalo tra le sue braccia, giocando con Romancing the Seven Wonders - Taj Mahal! Divertiti con il nuovo titolo gratuito, del genere Oggetto Nascosto, basato sulla storia vera del Principe Khurram, che visse nell'India del XVII Secolo. La storia è molto tragica e commovente: lui perse l'adorata principessa molti anni fa. Aiuta il Principe a ritornare i nvita 400 anni dopo e a riunirsi finalmente con il suo amore perduto. Scarica gratuitamente Romancing the Seven Wonders - Taj Mahal e lasciti ipnotizzare dalle splendide grafiche e dai moltissimi oggetti nascosti che dovrai cercare in un'infinità di location. Buon divertimento!

ROMANCING THE SEVEN WONDERS: TAJ MAHAL SCHERMATE

PROVA A GIOCARE AGLI EPISODI FAVOLOSI DI IOCO ROMANCING THE SEVEN WONDERS: TAJ MAHAL

ROMANCING THE SEVEN WONDERS: TAJ MAHAL RECENSIONE DI DOUBLEGAMES

   
   

quando la trama di un gioco si basa su di una storia vera, significa di solito che il progetto della sua realizzazione è guidato da una grande ambizione. Romancing the Seven Wonders: Taj Mahal, prodotto dalla BigFishGames, è il nuovo titolo del genere Oggetto Nascosto che ci narra la storia del Principe Khurram, davvero tragica e commovente, svoltasi nell’India del XVII secolo. Secondo la leggenda, quando la sua amata moglie morì dando alla luce un bambino, l’Imperatore volle costruire il Taj Mahal per dedicarle un degno mausoleo. Il gioco segue le vicende del Principe, ritornato in vita dopo 400 anni, mentre lo aiuti a ricongiungersi con il suo amore perduto. Anche se la trama è rimarchevole per l’originalità, la meccanica di gioco per sé non è assolutamente rivoluzionaria. Ti viene offerta comunque la possibilità di andare dove desideri, e completare i puzzle - o addirittura ritornare a risolverne di già completati - nell’ordine che preferisci. I mini-giochi e le scene di ricerca degli oggetti nascosti non sono eccessivamente difficoltosi, anzi certe volte diventano quasi fastidiosi per la loro semplicità. A dirla tutta, grazie all’abbondanza di suggerimenti ricaricabili e all’assenza di cronometro, il gioco si tramuta in una sorta di passatempo rilassante. Nonostante questo, non possiamo fare a meno di apprezzare la qualità grafica delle varie location che esplodono letteralmente di vibranti colori; sono luminose e di ottima qualità fotografica…certo è che se non apprezzi questo tipo di arte potresti restarne deluso. A coronare il tutto, se speri di ascoltare unpo’ di buona musica originale indiana, resterai un’altra volta a bocca asciutta: la musica di sottofondo è banale e ordinaria. Concludendo, Romancing the Seven Wonders: Taj Mahal non offre moltissime location da esplorare in ciascun capitolo, e la meccanica di gioco è trasparente come il cristallo. Il gioco è ben lungi dall’essere un prodotto perfetto, ma se hai voglia di giocare per il gusto di farlo, beh, perché no, dopotutto?

.. Read more

quando la trama di un gioco si basa su di una storia vera, significa di solito che il progetto della sua realizzazione è guidato da una grande ambizione. Romancing the Seven Wonders: Taj Mahal, prodotto dalla BigFishGames, è il nuovo titolo del genere Oggetto Nascosto che ci narra la storia del Principe Khurram, davvero tragica e commovente, svoltasi nell’India del XVII secolo. Secondo la leggenda, quando la sua amata moglie morì dando alla luce un bambino, l’Imperatore volle costruire il Taj Mahal per dedicarle un degno mausoleo. Il gioco segue le vicende del Principe, ritornato in vita dopo 400 anni, mentre lo aiuti a ricongiungersi con il suo amore perduto. Anche se la trama è rimarchevole per l’originalità, la meccanica di gioco per sé non è assolutamente rivoluzionaria. Ti viene offerta comunque la possibilità di andare dove desideri, e completare i puzzle - o addirittura ritornare a risolverne di già completati - nell’ordine che preferisci. I mini-giochi e le scene di ricerca degli oggetti nascosti non sono eccessivamente difficoltosi, anzi certe volte diventano quasi fastidiosi per la loro semplicità. A dirla tutta, grazie all’abbondanza di suggerimenti ricaricabili e all’assenza di cronometro, il gioco si tramuta in una sorta di passatempo rilassante. Nonostante questo, non possiamo fare a meno di apprezzare la qualità grafica delle varie location che esplodono letteralmente di vibranti colori; sono luminose e di ottima qualità fotografica…certo è che se non apprezzi questo tipo di arte potresti restarne deluso. A coronare il tutto, se speri di ascoltare unpo’ di buona musica originale indiana, resterai un’altra volta a bocca asciutta: la musica di sottofondo è banale e ordinaria. Concludendo, Romancing the Seven Wonders: Taj Mahal non offre moltissime location da esplorare in ciascun capitolo, e la meccanica di gioco è trasparente come il cristallo. Il gioco è ben lungi dall’essere un prodotto perfetto, ma se hai voglia di giocare per il gusto di farlo, beh, perché no, dopotutto?